SOUL WHISPERS

I’LL BE THE LIGHT OF YOUR SHADOWS

La Primavera Estate 2019 di ottod’Ame è fatta di sguardi profondi che toccano le corde dell’anima. È una storia fatta di intrecci, di percorsi che si avvicinano quasi a sfiorarsi e si allontanano per esplorare nuovi orizzonti, con curiosità, ironia e profondità. Eccola, la donna ottod’Ame di questa stagione: è reale, forte delle sue sfaccettature, frivola quando vuole senza perdere spessore, sicura anche nelle sue fragilità e lieve nella sua contemporaneità. Non si prende troppo sul serio, cerca di vedere sempre oltre, di cogliere i significati più profondi, di fare tesoro della felicità. I colori della collezione parlano di lei, delle sue sfaccettature, con palette dense che si avventurano anche nei toni più delicati. Una collezione che vuole sorprendere, dove non mancano le fantasie, must e segno distintivo di ottod’Ame e le personalizzazioni, che sono dettaglio di stile e diventano texture e pattern ripetuti all’infinito. Capi che fanno sognare, che raccontano e che sono in grado di portarti lontano. Con gli elementi tribali che compongono un’ideale scena di un villaggio africano, regalando atmosfere del continente nero, banane che strizzano l’occhio a Warhol e stencil dal sapore orientale ci portano più vicini ai Tropici. Una Primavera Estate fatta di voci, sguardi e ironia. È la Primavera Estate 2019 di ottod’Ame.
Come tutti i giochi che ho imparato da bambina.

NELLE MILLE BOLLE TU.

L’ENERGIA INESAURIBILE DI ROSS.

Nel mare un’aquila reale. Sopra il sole. E le infinite promesse di fuga che mi ero raccontata. Sintonie di pensieri cercavano accordi dissonanti snocciolati come contare un rosario. Vorrei dormire ancora un po’ mentre il vento porta lontano le mille bolle cariche di emozioni. E io mi ci perdo dentro nel profondo del sogno, rincorrendo dove sei tu. Ci salgo su e mi lascio portare via oltre quella spiaggia nera, surfandoci sopra. Lamoremio sei tu. E te lo dico mentre ti guardo dritto negli occhi, sbiadita al di là della vetrata da cui spio il mondo intorno e dietro di me. Capovolta nell’idea che avere un cuore pieno di amore vuol dire essere libero di correre nei pensieri più folli, li guardo che volano veloci come queste bolle che cambiano forma in continuazione passando attraverso il mio corpo e i miei occhi. Deformando la visione delle illusioni e delle certezze fatte di promesse, ci guardo attraverso e sento il cuore in gola, tanto che grido “portami via!”, mentre brucia lenta questa sigaretta e in ginocchio sui cuscini mi francobollo alla lunga vetrata in cerca di qualcosa oltre quella barriera, laggiù proprio dove immagino tu sia.
LEGGI TUTTO IL RACCONTO

I LOOK

SEI DENTRO OGNI BATTITO.

Sfioro il cuore con le dita.

IL BACKSTAGE

DIETRO LE QUINTE DELLA SS19